EnglishFrenchGermanItalianSpanish

| dal 23 al 28 APRILE 2019 | TUSCIA – Alcuni appuntamenti nei borghi viterbesi!

0

Alcuni appuntamenti nei borghi della Tuscia viterbese nei giorni del ponte del XXV aprile, festa della Liberazione, martedì 23, mercoledì 24, giovedì 25, venerdì 26, sabato 27, domenica 28 aprile 2019.

Centri vari: Resist 2019:

Organizzato dall’Arci, torna l’appuntamento con “Resist”, arrivato per la 15ª edizione con un programma di iniziative su tutto il territorio della provincia di Viterbo. Come ogni anno, intorno alla data della festa della Liberazione, saranno affrontati temi legati alla Liberazione dal nazifascismo, alla Resistenza e alle tante resistenze del mondo contemporaneo, un momento molto importante, soprattutto ora che i fascismi e il razzismo sembrano dilagare invadendo tutti i campi della vita civile, per attualizzare il significato della Resistenza e dell’antifascismo.

Mercoledì 24 aprile 2019
Vetralla, Palazzo Zelli, ore 17.30: “Drug Gojko”: spettacolo teatrale di e con Pietro Benedetti.
Organizzato dalla Sezione ANPI “Renato Fabri” di Vetralla col patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Vetralla.

Viterbo, Circolo Arci Il Cosmonauta (Via dei Giardini n.11). ore 21: proiezione di “Gli occhi più azzurri. Una storia di popolo” (Italia 2018, 46 minuti) di Simona Cappiello e Manolo Turri Dall’Orto. Interviene Simona Cappiello.

Giovedì 25 aprile 2019
Caprarola, Cimitero, ore 10,30: Commemorazione dei Caduti per la libertà; deposizione della corona di fiori e ricordo del maestro antifascista Eugenio Meneschincheri

Viterbo, Circolo Arci Il Cosmonauta, ore 13: pranzo sociale di Liberazione a cura dell’Anpi

Vasanello, piazza del Comune, ore 15: festa e incontro con le staffette partigiane Luciana Romoli e Teresa Vergalli

***

ViterboSan Pellegrino in fiore: 27,28,29,30 aprile, I maggio 2019; il programma completo in https://sanpellegrinoinfiore.it/

***

La Quercia (Viterbo), La Quercia in fiore 
Complesso monumentale di Santa Maria della Quercia

dal 27 aprile al 5 maggio 2019

Arte, Musica, Profumi e Colori (feriali: 15,30 – 18,30; domenica e festivi: 10,00 – 12,30; 15,30 – 19,00)

27 aprile / 12 maggio
“Forme e colori”: Mostra personale del Maestro Giorgio Bisanti

Domenica 28 Aprile ore 17,00: “Punti di incontro”, concerto di beneficenza in Basilica

Sabato 4 maggio ore 20,00: “Il Giglio, la Rosa e la Palma”: cena nel Chiostro Rinascimentale coperto

Domenica 5 maggio ore 16,30: “D’Arte e di Bellezza”: il Rinascimento a Viterbo
Visita guidata a tutti gli ambienti esterni ed interni del Complesso Monumentale

per info: segreteria@prolocoviterbo.it – basilicadellaquerciavt@gmail.com – 3933232478 – 3478650438

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppTelegramFacebook Messenger

***

Viterbo, La stagione del Teatro dell’Unione
Piazza Verdi

venerdì 26 aprile 2019, ore 21

Veronica Pivetti in “Viktor un Viktoria”

Commedia con musiche liberamente ispirata all’omonimo film di Reinold Schunzel

versione originale Giovanna Gra; regia di Emanuele Gamba; con Giorgio Borghetti, Yari Gugliucci e Pia Engleberth, Roberta Cartocci, Nicola Sorrenti

scene Alessandro Chiti; costumi Valter Azzini; luci Alessandro Verazzi; musiche originali e arrangiamenti Maurizio Abeni; aiuto regia Vittorio Testa; produzione a.ArtistiAssociati, Pigra srl

Il mondo dello spettacolo non è sempre scintillante e quando la crisi colpisce anche gli artisti devono aguzzare l’ingegno. Ecco allora che Viktoria, talentuosa cantante disoccupata, si finge Viktor e conquista le platee. Ma il suo fascino androgino scatenerà presto curiosità e sospetti. Tra battute di spirito e divertenti equivoci si legge la critica ad una società bigotta e superficiale (la nostra?) sempre pronta a giudicare dalle apparenze. La Berlino degli Anni Trenta fa da sfondo ad una vicenda che, con leggerezza, arriva in profondità. Veronica Pivetti si cimenta nell’insolito doppio ruolo di Viktor/Viktoria, nato sul grande schermo e per la prima volta sulle scene italiane nella sua versione originale.

Sullo sfondo di una Berlino anni trenta, una spassosa Veronica Pivetti ci racconta una storia piena di qui pro quo, cambi di sesso, scambi di persona e ricca di intrecci sentimentali senza esclusione di colpi.

Info: www.teatrounioneviterbo.it

***

Acquapendente, La stagione 2018/2019 del Teatro Boni
Piazza della Costituente n. 9

Sabato 27 aprile 2019, ore 21

“Decameron, un racconto italiano in tempo di peste”, con Tullio Solenghi

progetto e regia di Tullio Maifredi, in collaborazione con Gian Luca Favetto; consulente letterario Maurizio Favilla

Tullio Solenghi, interprete magistrale al quale Sergio Maifredi ha affidato il progetto in tournée in Italia da due stagioni, restituisce allo spettatore la lingua originale di Giovanni Boccaccio rendendola accessibile e comprensibile come fosse la lingua di un testo contemporaneo.

Il risultato è uno spettacolo divertente, di grande raffinatezza, davvero per tutti. Durante lo spettacolo si ascoltano nella lettura integrale sei tra le più note novelle scritte a metà del 1300 da Giovanni Boccaccio: Chichibio e la gru; Peronella”, Federigo degli Alberghi; Massetto di Lamporeccchio; Madonna Filippa; Alibech.

Info: www.teatroboni.it; 334.1615504; 0763.733174

***

Montalto di Castro, La stagione 2018/2019 del Teatro “Lea Padovani”
Via Aurelia Tarquinia 58

mercoledì 24 e giovedì 25 aprile 2019

“Dance to the music”: gara coreografica di Hip Hop, organizzata da Marco Cavalloro e Asd Sport Mix Due

Info: www.teatroleapadovani.it

***

Montalto di Castro, La stagione 2018/2019 del Teatro “Lea Padovani” (2)

venerdì 26 aprile 2019, ore 21

“Il piacere dell’onestà”, di Luigi Pirandello

Con Geppy Gleijses, Vanessa Gravina, Leandro Amato, Maximilian Nisi, Tatiana Winteler, Giancarlo Condè, Brunella De Feudis; regia Liliana Cavani

È una commedia in tre atti derivata dalla novella “Tirocinio” (1905). La stesura è stata effettuata nell’aprile-maggio 1917. E stata rappresentata per la prima volta il 27 novembre 1917 al Teatro Carignano di Torino.

Angelo Baldovino accetta la proposta di sposare Agata, messa incinta dal marchese Fabio Colli, che non può sposarla perché già ammogliato. Egli dovrà essere soltanto in apparenza un marito, per salvaguardare la rispettabilità di Agata e consentire al marchese di continuare a frequentarla.

Baldovino è stato scelto per questo singolare compito perché uomo fallito, di scarsa moralità, ritenuto pronto ad accettare ogni proposta per guadagno; invece egli prende la cosa con estrema serietà, per la prima volta ha un compito serio da assolvere, pensa di poter rendersi utile alla ragazza in difficoltà, ed nascituro cui potrà dare il suo nome, allo stesso marchese Fabio, legato a una moglie che lo tradisce.

***

Montalto di Castro, Maremma d’aMare

A Montalto Marina, Fiera delle tradizioni maremmane

giovedì 25, venerdì 26, sabato 27, domenica 28 aprile 2019

orario d’apertura dalle ore 10 alle ore 22: ingresso libero.

La VI edizione della kermesse ha per protagonisti butteri e cavalli che faranno da contorno a quattro giorni di spettacoli, musica ed enogastronomia. Tra le altre attrazioni, lo spettacolo di falconeria, il “Dog show”, “Ballon art”, gli spettacoli di magia con le bolle di sapone e altro ancora, come l’”air show” di un’ora con pattuglie acrobatiche e aviatori solisti.

Sono previste inoltre parate del corteo storico di Montalto, del Gruppo dei contadini e della Fanfara dei Carabinieri a cavallo.

Share.