| PONTE DI NATALE E SANTO STEFANO | TUSCIA – Presepi viventi nei borghi, nelle aree archeologichei e nei parchi della Tuscia!

0

Presepi viventi nella Tuscia viterbese: tempo di Natale, tempo di rappresentazioni in costume della Natività, con suggestive e spettacolari rievocazioni ambientate nelle piazze, nei vicoli, nelle grotte di tanti borghi. Alcuni eventi.

 ***

Bolsena

Martedì 26 dicembre 2017 e Mercoledì 6 gennaio 2018
a partire dalle ore 17.30, quartiere Castello

La giornata del 26 dicembre si aprirà con la rappresentazione dell’apparizione dell’Angelo a Maria e dell’Annunciazione. Il percorso poi verrà aperto dalle figure di Maria e Giuseppe nel loro cammino alla ricerca di un riparo per l’imminente nascita.
Il gennaio invece vedrà l’arrivo dei Re Magi, che percorrendo tutto il percorso del Presepe giungeranno sino alla capanna per offrire i loro doni al Re dei Re.
Saranno coinvolti circa 200 figuranti, che occuperanno spazi e vicoli tra i più belli e suggestivi della cittadina lacustre, che costituiscono l’ambientazione ideale per questo genere di manifestazione. Vicoli illuminati con la luce di fuochi e fiaccole, splendide cantine aperte in cui verranno rievocati i più antichi mestieri, l’accampamento romano, il lupanare, i lebbrosi, il mercato, il censimento, la Sinagoga, saranno solo alcune delle scene che il pubblico potrà ammirare, in questo percorso rievocativo sino all’arrivo alla capanna, lungo il quale verranno inoltre offerti piccoli assaggi di prodotti locali e natalizi.
Come nelle passate edizioni anche quest’anno ci sarà la partecipazione della “Compagnia delle Lavandaie” di Bolsena, che animerà con canti e balli la zona del Lavatoio, uno dei luoghi più evocativi del quartiere.
Vi sarà la partecipazione del Gruppo di rievocazione storica “Legio IX Hispanica”, che riprodurrà fedelmente una legione romana e il suo accampamento, in una delle più belle piazze del quartiere Castello, contribuendo a rendere unica nel suo genere questa manifestazione.
***

Caprarola

Martedì 26 dicembre 2017
Lunedì 1 gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018

Dalle ore 16.00 alle 19,00, centro storico

 

***

 

Chia (Soriano nel Cimino)

Martedì 26 dicembre 2017
Lunedì 1 gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018

 

***

Civita di Bagnoregio

Martedì 26 dicembre 2017
Sabato 30 dicembre 2017
Lunedì 1 gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018
Domenica 7 gennaio 2018
(dalle ore 16,30 alle ore 19,30)

Civita di Bagnoregio, ecco dove è custodito lo spirito più vero del Natale.
L’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune e dove il tempo sembra essersi fermato. Passaggio obbligato è un ponte, sospeso nel vuoto e circondato dal panorama mozzafiato della Valle dei Calanchi.
Quindi l’accesso all’antico paese, costruito su uno sperono tufaceo, e la sensazione viva di essere andati indietro nel tempo. Dieci scene diverse che, come in un mosaico, ricostruiscono i giorni della nascita di Gesù. Il suq arabo, il castrum romano, Erode, le residenze nobiliari, la tribù beduina, gli artigiani al lavoro, i magi, i pastori, il lazzaretto e naturalmente la Natività. Un intreccio di colori, emozioni, bellezza.
La più antica tradizione del Natale cristiano si sposa mirabilmente con l’ambientazione unica di Civita. La sera, quando cala il sole e il Presepe Vivente ha inizio, il calore dei fuochi si somma all’illuminazione perimetrale dell’abitato che, per l’occasione, indossa il suo vestito più bello per regalare un effetto straordinario visibile anche da lontano. Un’irrinunciabile occasione per vivere un evento straordinario e assolutamente unico nel suo genere.
L’organizzazione sarà curata per il secondo anno consecutivo dal Comitato di Croce Rossa Italiana di Bagnoregio e Lubriano, con il patrocinio del Comune di Bagnoregio.
Tutte le informazioni sulla pagina facebook Presepe Vivente Civita di Bagnoregio. Per contattare l’organizzazione è possibile scrivere una email a cl.bagnoregio@cri.it o chiamare il numero 333.5734724.

***

Corchiano

Località Sambuco (parco delle Forre)
Lunedì 25 dicembre 2017
Martedì 26 dicembre 2017
Domenica 31 dicembre 2017
Lunedì 1 gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018
Domenica 7 gennaio 2018

Musiche curate dal premio Oscar Nicola Piovani; voce narrante di Gigi Proietti.
L’aspetto che caratterizza il Presepe vivente di Corchiano è la sua teatralità. Organizzato dall’Associazione Pro-loco Corchiano, dalla sua nascita fino ad oggi l’evento ha mantenuto immutato il suo sistema di svolgimento.
Il Presepe vivente di Corchiano è un vero e proprio spettacolo teatrale all’aperto focalizzato sul tema della Sacra Natività, di cui vengono ripercorsi i momenti più salienti. Dalla tribuna, opportunamente installata, è possibile godere di una visuale privilegiata ed unica.
Da nove anni il Presepe Vivente viene svolto in una nuova location, nello splendido scenario del “Monumento Naturale delle Forre” al quale si accede mediante una imponente tagliata viaria di epoca etrusca scavata nel tufo.
Due spettacoli: ore 17,45 e 18,45
Ingresso: 7 euro, sconti per gruppi – gratis bambini da zero a sei anni
Info: 389.1031223 (Pro loco) – www.prolococorchiano.com

***

La Quercia (Viterbo)

Chiostro grande dell’ oratorio Santa Maria della Quercia (strada Respoglio, 6/A)

Sabato 6 gennaio 2018
Dalle ore 16,00
Info: 3933232478 – 3478650438

 

***

Montalto di Castro

domenica 17 dicembre 2017, dalle ore 16

Rappresentazione del Presepe vivente itinerante a cura dell’arciconfraternita del Gonfalone Santa Croce.
Un cammino itinerante che da via Roma proseguirà a piazza Giacomo Matteotti, via Trento e Trieste, via Umberto I, via delle Casacce e nei vicoli delle antiche mura fino ad arrivare a piazza Felice Guglielmi dove i bambini rappresenteranno la storia del Natale.

***

 

Montefiascone

Martedì 26 dicembre 2017

Dalle ore 17,00, piazza Vittorio Emanuele. Oltre duecento figuranti, artisti di strada, zampognari, degustazione prodotti tipici.

Info: tel. 347.2982597

 

***

 

Onano

Sabato 6 gennaio 2018
(a partire dalle ore 17.00 )
IV edizione del presepe vivente ambientato nel rione Monte del Gallo, ripropone scene di vecchi mestieri, con il Palazzo Monaldeschi trasformato in dimora di Erode il Grande

***

 

Ronciglioneù

Borgo medievale
Martedì 26 dicembre 2017
Sabato 6 gennaio 2018
(a partire dalle ore 17,00)

III edizione del Presepe vivente della cittadina dei Cimini.
Il percorso che si snoda lungo il suggestivo Borgo medievale per far rivivere la magia della Natività in una Ronciglione che si è persa nei secoli.
Dal Castello Della Rovere partirà un percorso volto a far rivivere la Natività. L’ambientazione non sarà quella della Betlemme che accolse la nascita di Cristo, ma di una Ronciglione medievale che si è persa nei secoli, con le sue botteghe, i mestieri dimenticati, le arti e le tradizioni popolari.

***

 

Sutri

Martedì 26 dicembre 2017
Sabato 30 dicembre 2017
Lunedì I gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018
Domenica 7 gennaio 2018
dalle ore 17.30 alla Necropoli rupestre.

Incastonato fra antiche tombe rupestri che torneranno a pulsare di vita. In questa location unica, il Parco archeologico della necropoli etrusco-romana a due passi dalla via Cassia, si potrà viaggiare all’indietro nel tempo fra le ambientazioni della Palestina di 2000 anni fa. E’ la magia del Presepe Vivente di Sutri, che ogni anno ripropone una delle più suggestive rivisitazioni della Sacra Natività: l’appuntamento torna puntuale con le tombe che, sapientemente illuminate con fiaccole romane, saranno il teatro naturale nel quale saranno allestiti i quadri di vita quotidiana della Palestina di allora.
Per tutto il percorso – di straordinaria bellezza – che si snoda dall’Anfiteatro Romano fino al Mitreo, i visitatori potranno ammirare figuranti in costume d’epoca, donne, uomini e bambini intenti svolgere i lavori e i giochi quotidiani, guardie romane con il loro accampamento e personaggi che li coinvolgeranno in un’esperienza affascinante e indimenticabile; sarà difficile restare impassibili davanti alle tombe e alle grotte adibite ad antiche abitazioni, mentre una piacevole musica di sottofondo accompagnerà i fabbri che lavorano il ferro, i soldati romani e i fornai intenti a cuocere il pane.
Il 6 gennaio sarà la volta dell’arrivo alla Grotta dei Magi, che raggiungeranno la Capanna della Natività partendo dalla Cattedrale di Sutri.presepe-vivente-sutri-3
Il presepe si sviluppa lungo la necropoli rupestre adiacente l’anfiteatro. L’intera area della necropoli viene illuminata da centinaia di fiaccole romane e da luci disposte nei punti strategici per valorizzare ancora di più il luogo.
Info: 0761.600330 (Pro loco)

 

***

Tarquinia

Martedì 26 dicembre 2017
Sabato 30 dicembre 2017
Sabato 6 gennaio 2018
dalle ore 17,00

L’ingresso alla rappresentazione sarà nella chiesa della Santissima Trinità, su via Alberata Dante Alighieri. Da qui, uscendo da una porta laterale, si proseguirà per alcuni metri su via Padre Gabriele Ronca.
Quindi l’entrata negli spazi esterni del convento di San Francesco, il complesso monumentale che domina la parte più alta di Tarquinia con panorama sulle colline della Tuscia. Passeggiando tra le scenografie, animate da centinaia di personaggi che daranno vita alla Betlemme di 2000 anni fa, si scopriranno angoli e scorci nascosti. Fino ad arrivare alla capanna della Natività, con vista sull’imponente torre della chiesa di San Francesco.
Ingresso 5 euro

***

Vejano

Martedì 26 dicembre 2017
Lunedì I gennaio 2018
Sabato 6 gennaio 2018

Il presepe è caratterizzato dalla ricostruzione delle arti e degli antichi mestieri che rivivono nelle mani dei giovani affiancati dagli anziani, Si incontrano quindi vasai, pittori, scultori, tintori, filatrici, tessitori, fabbri, falegnami etc.
Molte le scene che rievocano il dominio della Roma imperiale (censimento, accampamento dei soldati, le casa romana, le terme, le prigione, l’arena con i gladiatori etc.). Appuntamento all’imbrunire.

Info: tel. 3397279114 – 3394335729

***

Vetralla

Lunedì 25 dicembre 2017
Martedì 26 dicembre 2017
Sabato 6 gennaio 2018

Orario: dalle ore 17.30

Una nuova location che fa visitare allo spettatore la zona più antica di Vetralla, da Piazza del Sole fino a Piazza San Pietro percorrendo la Via Vecchia, e la duplice ambientazione: la Vetralla dei primi anni dell’Ottocento, con scene e situazioni di vita quotidiana, e la Betlemme dell’anno zero.
Qui verrà ripresa e liberamente ambientata “La strage degli innocenti” in cui Erode il Grande, re della Giudea, ordina un massacro di bambini allo scopo di uccidere Gesù, della cui nascita era stato informato dai Magi.
Soldati in abiti romani metteranno sottosopra il mercato di Betlemme alla ricerca di Gesù.

***

 

Altre iniziative legate al presepio

 

Grotte di Castro

Al via la seconda edizione della mostra presepi artistici nella sala ex Museo in Vicolo del Fede.

L’esposizione si protrarrà fino al 7 gennaio 2018.

I presepi sono stati realizzati da diversi artisti: due sono stati ideati e costruiti dal gruppo locale “Grotte dei Presepi” (Di Giovancarlo, Palombini, Brinchi, Costa, Saccarelli), sono una riproduzione in scala del borgo di Grotte di Castro; altre due opere sono di Bruno Fiata, artista di Caprarola che ha messo in scena la vita di Gesù Cristo, dalla nascita fino a calvario e risurrezione; il quinto presepe è della Signora Marina Bergamini, creazione molto originale composta di pasta di grano duro.

***

 

La Quercia (Viterbo)
Santuario Madonna della Quercia, mostra dei 100 presepi artigianali nel Chiostro della Cisterna, a cura della Pro loco di Viterbo e della parrocchia S. Maria della Quercia.
Aperta fino al 6 gennaio 2018.

***

Viterbo, Museo dei Presepi nazionali.
Mostra con figure da presepio provenienti dalle diverse regioni d’Italia. Museo Colle del Duomo (piazza San Lorenzo,8). Visitabile fino al 7 gennaio 2018.

Info: www.archeoares.it

***

Viterbo, “Il presepe al coperto più grande del mondo”
Nell’ambito del Caffeina Christmas Village, sotterranei del Palazzo dei Papi.
Fino al 7 gennaio 2018.

***

 

Vallerano

Nel centro storico, mostra presepi statici.
fino al 6 gennaio 2018.

 

***

Vitorchiano

Un percorso di presepi artistici nel centro storico.
Un piccolo tour di presepi per riassaporare la tradizione, il valore e il vero significato del presepe, a partire da quello voluto dall’amministrazione comunale, una vera e propria opera d’arte resa possibile grazie all’artista Ferruccio Marziantonio installata all’interno del complesso di Sant’Agnese. Si prosegue con il presepe realizzato dalle Confraternite, realizzato nella chiesa di Sant Antonio al cospetto dei bellissimi “Cristi” e si termina con quello del Comitato Festeggiamenti San Michele Arcangelo, installato in Piazza Roma e frutto del lavoro dei volontari. Ad arricchire l’atmosfera anche la proiezione della Natività sulla facciata della chiesa di Sant’Antonio a cura della Pro Loco.

 

Share.