EnglishFrenchGermanItalianSpanish

| 16 e 17 GENNAIO 2019 | TUSCIA – Le feste per Sant’Antonio nei borghi viterbesi!

0

Le feste di Sant’Antonio nei borghi della Tuscia viterbese. Il programma degli eventi del 16 e 17 gennaio 2019.

Acquapendente

Mercoledì 16 gennaio 2019
Ore 12.00: chiesa di S. Cristina: distribuzione della minestra di fave
Ore 18,30: Chiesa di S. Agostino: Messa e processione fino alla basilica del Santo Sepolcro

giovedì 17 gennaio 2019
Ore 9,00: Rinfresco gratuito presso la sala Bigerna (via Marconi)
Ore 9.30 uscita della banda musicale “Aria di Festa”;
Ore 10.00 sfilata per le vie cittadine di carrozze e cavalli; visita del Signore di Sant’Antonio alla Casa di riposo S. Giuseppe
Ore 11.00 Nella Basilica del Santo Sepolcro Messa solenne e a seguire benedizione degli animali
Ore 16.00 Rinfresco gratuito nella sala Bigerna

Info: 0763.73091 (comune di Acquapendente)

***

Bagnaia (Viterbo)

Sacro Fuoco di Sant’Antonio, Bagnaia (Viterbo)Accensione del tradizionale Sacro Fuoco di Sant’Antonio in Piazza XX Settembre a Bagnaia, frazione di Viterbo. Il classico “focarone” di Sant’Antonio Abate rappresenta un grande esempio di come si possano mantenere le tradizioni nel corso degli anni. Al giorno d’oggi e nel mondo globalizzato in cui viviamo, non è sempre facile trovare feste e tradizioni uniche legate ad un particolare territorio. Sebbene la tradizione del fuoco di Sant’Antonio è nata, si è sviluppata ed è rimasta in diversi luoghi e territori, quella di Bagnaia risulta essere davvero unica.

Gli ingredienti principali della manifestazione che si ripete ogni sera del 16 gennaio di ogni anno sono il grande falò di legna che brucia nella piazza principale allietando la temperatura tagliente di un pieno inverno, musica, vino e balli a volontà. Prima della sua accensione un rivisitato corteo storico arriva da dentro le mura percorrendo tutta la parte più antica del paese, mentre i giorni successivi e quelli precedenti vengono organizzati giochi popolari, e vengono offerte cioccolata calda e cavallucci realizzati dalle donne del paese secondo la tipica ricetta paesana.

Il Comitato Sacro Fuoco di Sant’Antonio di Bagnaia, si compone di circa 60 persone originarie del piccolo borgo alle porte di Viterbo comprese tra i 18 ed i 30 anni che lavorano duramente per organizzare la tradizionale festa invernale del 16 gennaio e tutta una serie di eventi ad esso collegati durante tutto l’arco dell’anno. Ciascun membro del comitato, in base al proprio tempo a disposizione, al proprio amore per il paese e per il Santo, alle proprie velleità e capacità , si mobilita per dare un piccolo contributo alla grande festa di paese.

Mercoledì 16 gennaio, Piazza XX Settembre
Mercatino dell’artigianato, collezionismo, antiquariato e oggettistica

Ore 17.00: Sbandieratrici e Gruppo Storico Musicale Città di Viterbo
Ore 18.30: Mantra Fire, giocoleria con fuoco
Ore 18.30: accensione del Sacro Fuoco di Sant’Antonio.
A seguire cena tipica con tanto buon vino e musica live con “So What”, Enrico Capuano tammurriatarock; “Inna Cantina”, “Borghetta Stile”

Giovedì 17 gennaio Piazza XX Settembre
Ore 10.00 e ore 12.00
Celebrazione della Santa Messa e benedizione degli animali

A seguire degustazione di cioccolata calda e cavallucci di Sant’Antonio

Info: www.sacrofuocosantantonio.it ; info@sacrofuocosantantonio.it

***

Barbarano Romano

Giovedì 17 gennaio
Dalle ore 10,00: Messa nella chiesa di S. Antonio; spari a salve durante la benedizione degli animali, processione con la statua del Santo
Info: 0761. 414778

***

Bassano Romano

Le Confraternite Devoti a Sant’Antonio Abate, Sant’Antonio Abate e Nuova Confraternita Sant’Antonio Abate organizzano dei giorni da dedicare al Santo in cui si alternano momenti di carattere religioso e momenti di intrattenimento.

Mercoledì 16 gennaio

Ore 9.30: parco pubblico: ritrovo della cavalleria. Trasferimento in via Luigi Pirandello dove il presidente e il Signore uscente di S. Antonio offriranno un rinfresco con accompagnamento del complesso bandistico “Città di Bassano Romano”

Ore 11.00: la Cavalleria si reca a piazza Cairoli

Ore 11.30: piazza Cairoli: partenza della cavalleria per la benedizione degli animali

Ore 12.45: parcheggio di via S. Gratiliano: concerto del complesso bandistico “Città di Bassano Romano”

Ore 13.00: palazzetto dello sport (via della Stazione): cannolicchiata offerta dal nuovo signore di S. Antonio

Ore 18.00: Santa Messa.

Info: 331.3630523 (Pro loco di Bassano Romano)

***

Canepina

Mercoledì 16 gennaio

Ore 18.00: piazzale I maggio: accensione del fuoco di S. Antonio

Ore 20.30: cantina di S. Corona: cenone di S. Antonio

Info: 339.3067308 (Pro loco di Canepina)

***

Canino

Il Comitato Festeggiamenti di Sant’Antonio Abate “Roggi”, in collaborazione con la Pro Loco di Canino, il Comune e la Banca di Credito Cooperativo di Roma presenta i festeggiamenti di Sant’Antonio Abate in località Roggi.

Mercoledì 16 gennaio

Ore 21.00: serata con musica live al Circolo Bocciofilo Roggi (ingresso gratuito)

Giovedì 17 gennaio

Ore 9.00: degustazione panini con salsiccia e vino; gioco “Indovina il peso”, apertura mostra fotografica “La bonifica oggi”; apertura pesca di beneficenza a favore del Comitato

Ore 10.00: manifestazione di tiro con l’arco con il Gruppo Arcieri Turms di Canino; passeggiata in bicicletta a cura del Gruppo Ciclistico di Canino

Ore 10.30: degustazione della famosa ricotta di Sant’Antonio preparata dal mastro casaro Domenico Federici; giochi per bambini

Ore 11.00: Santa Messa e benedizione degli animali

Ore 12.00: partenza del tradizionale Carro di Sant’Antonio; dimostrazione della lavorazione della pasta all’uovo fatta a mano

Ore 13.00: pranzo tradizionale del Pastore di Sant’Antonio (prenotazioni presso il ristorante Da Isolina tel. 0761.437162)

Ore 15.00: giochi equestri; gara del ruzzolone (iscrizioni sul posto)

Ore 15.30: pomeriggio danzante

Ore 21.00: serata danzante

Ore 22.00: premiazione Sportivo dell’anno 2015 e giochi pirotecnici

Ore 22.30: estrazione della sottoscrizione a premi

Info: tel. 335.1800576

***

Capodimonte, mercoledì 16 gennaio 

Ore 10.00 raduno animali presso l’oratorio in via della Cascina
Ore 10.15 partenza
Ore 10.20 messa chiesa parrocchiale
Ore 10.45 benedizione animali in piazza della Rocca
Ore 11.00 accensione fuoco
Ore 11.30 sfilata per il paese
Ore 12.20 raduno animali oratorio

***

Cellere

Mercoledì 16 gennaio
Ore 20,00: Piazza Castelfidardo: accensione del Fuoco di Sant’Antonio

Giovedì 17 gennaio
Ore 11,00: Piazza Castelfidardo: Messa, benedizione degli animali, distribuzione di ricotta, bruschette, srtruffoli e castagnole

***

Civita Castellana

Mercoledì 16 gennaio, ore 15.00
Trasporto del “Re Carnevale”(in dialetto ‘O Puccio), accompagnato dalla banda musicale “La Rustica”, da piazza della Liberazione fino a piazza Matteotti, dove verrà insediato sul palco e regnerà per tutto il periodo carnevalesco

Giovedì 17 gennaio, ore 11.00
Sagrato chiesa di San Antonio: benedizione degli animali

***

Corchiano

Mercoledì 16 gennaio
Dalle ore 16.30: processione per le vie del centro storico e quindi accensione del falò in via Enzo Tortora

Giovedì 17 gennaio
Ore 10.30: processione e fuochi artificiali
Ore 15,00: sfilata di carri allegorici

***

Farnese

Benedizione degli animali, sfilata della “Cavalleria”. Allestimento dell’altare con lo stendardo del Santo nella casa del Signore della “Società vecchia” e in quella del Signore della “Società nuova”. Spettacolare è la sfilata delle due “Cavallerie” cittadine (sorte di congregazioni laiche di schietta origine contadina) ciascuna con il proprio…

Mercoledì 16 gennaio

Ore 8,00 (chiesa delle Clarisse), ore 9,30, ore 11,00, ore 18,00 (chiesa parrocchiale): celebrazioni eucaristiche in ringraziamento dei benefici dell’annata agricola
Ore 11,00: Chiesa parrocchiale: benedizione degli animali, dei frutti della terra, dei genere alimentari destinati alla carità pastorale

***

Grotte di Castro

Mercoledì 16 gennaio
Ore 10,00: Messa e benedizione degli animali nella chiesa di San Marco; a seguire sfilata del carro allegorico

***

La Quercia (Viterbo), giovedì 17 gennaio

Piazzale antistante la Basilica
Ore 18,00: Accensione e benedizione del fuoco di Sant’Antonio

***

Montefiascone

Mercoledì 16 gennaio

Ore 11.30 Chiesa Madonna del Riposo (località Fiordini)

Giovedì 17 gennaio

Ore 10.00: raduno dei cavalieri in via Cardinal Salotti
Ore 10.30: sfilata del corteo dei cavalieri per le vie del centro, da via Aldo Moro, via Dante Alighieri, piazzale Roma, via Cassia e via Giuseppe Contadini per giungere alla chiesetta della frazione Fiordini
Ore 11.30: benedizione degli animali
Ore 12.00: colazione offerta a tutti i partecipanti

Info: Ufficio turistico comunale, tel. 0761/832060

***

Monte Romano

Giovedì 17 gennaio

Ore 10.00: piazza Dante, raduno dei Cavalieri
Ore 11,30: Santa Messa; a seguire processione accompagnata dalla banda musicale; al termine benedizione degli animali in piazza Dante
Ore 14,30: piazza Dante, giochi popolari

***

Nepi

Mercoledì 16 gennaio: apertura della XXVIII Fiera di macchine agricole e industriali ed altro; accensione del grande “Focarone”, a seguire il tradizionale Beverino per finire con la Solenne Processione per le vie del paese.

Giovedì 17 gennaio: sfilata di cavalli e cavalieri con la benedizione al Ponte Nuovo di tutti i veicoli agricoli, industriali e degli animali; alle ore 15,00 76° Corso di Gala del Carnevale Nepesino con la partecipazione di carri allegorici, gruppi mascherati, bande musicali e folkloristiche.

***

Onano

Giovedì 17 gennaio

Il fuoco viene acceso alle 6 del mattino; spari a salve, sfilata della banda musicale; nel pomeriggio gara della pignatta, sfilata dei carri allegorici e spettacolo pirotecnico

***

Piansano

Piansano festeggia Sant’Antonio Abate con due giorni di celebrazioni religiose e iniziative popolari.

Mercoledì 16 gennaio

Ore 10,00 Santa Messa, presso la Chiesa della Madonna del Suffragio. Al termine (ore 11,00) salsiccia per i ragazzi delle scuole.

Giovedì 17 gennaio

Messa alle 8.30 nella stessa chiesa, seguita (ore 9.30) dal raduno dei Cavalieri presso la “pompa”, con colazione per tutti. Alle 10.30 di nuovo Messa al Suffragio e al termine la tradizionale benedizione degli animali in Piazza del Mercato, con sfilata degli animali per le vie del paese con il carro di Sant’Antonio e distribuzione dei regali ai bambini.

Alle ore 13,00, pranzo di Sant’Antonio.

***

Ronciglione

Giovedì 17 gennaio
Ore 11,30: benedizione degli animali e dei cavalli

***

San Lorenzo Nuovo

Giovedì 17 gennaio

Al mattino, in piazza Europa, raduno degli animali e dei mezzi agricoli; nella chiesa di San Lorenzo, Santa Messa e benedizione degli animali; sfilata dei carri allegorici
Nel pomeriggio, a piazza Europa, merenda e distribuzione del biscotto di San’Antonio

***

Sutri

Piazza del Comune

Mercoledì 16 gennaio
Ore 18.30 Solenne processione per le vie cittadine con il trasporto dell’immagine di Sant’Antonio

Giovedì 17 gennaio

Ore 9.40 Sfilata per le vie cittadine della Cavalleria dell’Antica Società di Sant’Antonio
Ore 9.45 Trasporto dell’immagine di Sant’Antonio dalla Cattedrale in Piazza del Comune per la benedizione degli animali
Ore 11.00 Sfilata per le vie cittadine della Cavalleria della Nuova Società di Sant’Antonio
Ore 18.00 Cattedrale, Solenne funzione religiosa
Ore 18.45 Lancio globo aerostatico in Piazza del Comune

Info: www.evvivasantantonio.it ; 0761.609380

***

Tuscania

Domenica 20 gennaio: Inizio della manifestazione alle ore 10,00 con il trasporto della statua del Santo e la partenza dei butteri a cavallo. Benedizione degli animali, sfilata dei butteri a cavallo. In occasione di questa ricorrenza si svolge anche la “Sagra della frittella al cavolfiore”. L’ingrediente è il cavolfiore che viene impastellato con la farina, aromatizzato con un sospetto di cannella e affogato nell’olio bollente di un padellone.
Alle ore 18,00: accensione del tradizionale Fuoco di San Antonio

***

Vetralla

Giovedì 17 gennaio
Fiera di Sant’Antonio con le bancarelle per le vie del paese. Benedizione degli animali
Info: prolocovetralla@libero.it

***

Sant’Antonio abate

Sant’Antonio abate, protettore degli animali, è venerato un po’ ovunque nella Tuscia viterbese.

Vissuto nella prima metà del IV secolo, evoca non solo la figura mitica dell’eremita ritiratosi nel deserto, ma anche la tradizione, nata in Germania, per cui ogni villaggio destinasse ogni anno un maiale all’ospedale cui svolgevano il servizio i monaci di S. Antonio.

Qualche curiosità:

Ad Acquapendente, la notte del 15 gennaio, nella sacrestia della chiesa di Santa Caterina, viene acceso un grande fuoco per preparare in un antico paiolo la minestra di riso e fave che un tempo si distribuiva ai poveri la mattina del giorno seguente. (…) Il 17 gennaio il Signore della festa attraversa, su una vecchia carrozza, le vie del centro storico.

A Bagnaia (alle porte di Viterbo), la sera della vigilia della festa viene acceso nella piazza principale del paese un grande falò (“focarone”) come ad esorcizzare la fastidiosa affezione virale che porta il nome del Santo.

A Canepina (ma pressoché in tutti gli altri centri), ogni anno viene scelto un capo famiglia (il Signore di S. Antonio) che ha il privilegio di custodire nella propria casa una statuina del Santo con l’impegno di aprire la porta a coloro che chiedono di entrare per venerarla.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Share.