| 11 NOVEMBRE 2018 | CHIA – Visita alla Torre di Chia sulle orme di Pasolini

0

Mentre sui giornali si susseguono articoli sul destino della Torre di Chia, la Cooperativa Sociale Il Camaleonte – con il servizio di escursioni ‘Gnamo – organizza una visita proprio al suo interno. Grazie a un accordo raggiunto con la proprietaria, la Cooperativa Sociale Il Camaleonte ha ottenuto la possibilità di aprire le porte ai visitatori.

L’appuntamento è per domenica 11 novembre alle ore 8.45 presso il parcheggio in Loc. Sanguetta (SS 675 – Uscita Soriano-Bomarzo). Da qui ci si sposterà, con le rispettive auto, raggiungendo Bomarzo. Si scenderà in una forra per visitare l’area archeologica di Santa Cecilia e da lì si raggiungerà poi la famosa Piramide Etrusca.

All’ora di pranzo si andrà alla Valle di Fosso Castello, entrando quindi nella Tenuta della Torre che Pier Paolo Pasolini volle come sua ultima dimora. Qui, infatti, scrisse il romanzo Petrolio e girò alcune scene del film “Il Vangelo secondo Matteo” presso le note cascate che visiteremo tornando al parcheggio.

Il pranzo sarà al sacco, sul prato all’ombra della Torre, e si continuerà a parlare della meraviglia di questi luoghi già abitati dagli Etruschi che, da abili scalpellini, lavorarono la roccia vulcanica ricavandone grotte, tagliate e maestosi altari che i sacerdoti utilizzavano per venerare gli Dei, osservare le costellazioni e compiere sacrifici di animali. Con l’arrivo dei Romani molti di questi abitati furono abbandonati e poi ripopolati nel Medioevo, come testimoniano i resti di castelli, chiese, torri, mulini e cimiteri paleocristiani che si incontrano lungo il percorso.

Una giornata di trekking e cultura, accompagnati da un’archeologa e un naturalista all’insegna del motto di ‘Gnamo: camminare conduce la mente in un altrove che diventa scoperta.

Questo itinerario, così come gli altri proposti da ‘Gnamo, può essere replicato su prenotazione (raggiungendo un numero adeguato di partecipanti). Si invitano quindi le strutture ricettive, o chiunque fosse interessato, a contattare gli organizzatori.

Si consiglia di indossare scarponcini alti sopra la caviglia a forte scolpitura, vestirsi a strati e portare un keeway in caso di pioggia improvvisa. È suggerito inoltre di portare acqua e pranzo al sacco. Il rientro al parcheggio è previsto per le ore 16.
In caso di maltempo l’escursione sarà rimandata.

“Gnamo…camminare conduce la mente in un altrove che diventa scoperta” è una delle attività svolte dalla Cooperativa sociale “Il Camaleonte” nell’ambito del più ampio progetto turistico – culturale denominato “I LOVE SORIANO”. Nasce dalla volontà di far conoscere e valorizzare il territorio del nostro Comune, coincidente con parte della cosiddetta Tuscia rupestre, ancora sconosciuta a molti, e rientrante nell’area del versante est del Monte Cimino (1053 m. slm).

Alle pendici del Monte, in corrispondenza della Valle del Tevere, si trovano tutta una serie di itinerari, completamente immersi nella natura, dalla quale emergono numerose evidenze archeologiche, ottenute grazie alla sapiente lavorazione degli antichi della pietra lavica locale: il folto delle macchie e dei boschi planiziali, spesso appartati e difficilmente accessibili, hanno sottratto agli sguardi e all’interesse di studiosi come pure di semplici visitatori, monumenti insoliti, strani, talvolta unici, cronologicamente inquadrati tra l’epoca Etrusca e quella Medievale, passando per l’occupazione Romana.

Lo scopo di “Gnamo” è quello, dunque, di accompagnare i visitatori alla scoperta dei siti rupestri e delle ricchezze naturalistiche della nostra Tuscia, proponendo una serie di itinerari di media difficoltà, accessibili a persone di tutte le età, durante i quali si ha l’opportunità di ammirare meraviglie di storia e natura.

Per info e prenotazioni (entro le 14 del giorno precedente):

Il Camaleonte Coop. Sociale (Facebook, Twitter, Instagram)
T 349 8774548 – 349 0762441
www.ilcamaleonte-tuscia.com
coop.ilcamaleonte@libero.it

SalvaSalva

SalvaSalva

Share.