| AGOSTO 2018 | TUSCIA – Alla scoperta dei sapori della tradizione viterbese!

0
A spasso tra i borghi della Tuscia viterbese alla scoperta di sagre e sapori della tradizione. Ad agosto è festa in tanti borgi della Tuscia viterbese che ospitano sagre di prodotti tipici.

Feste del vino

Gradoli, Aleatico in festa (10 agosto); la 60a “Fiera del Vino” di Montefiascone (fino al 15 agosto); la 49a “Festa del Vino” di Vignanello (10-15 agosto); la 12a edizione di “DiVino Etrusco” a Tarquinia (23-26 agosto).

***

Civitella Cesi, XXIII sagra delle fettuccine al tartufo

sabato 11, domenica 12, lunedì 13, martedì 14 agosto 2018

Apertura stand gastronomici dalle ore 19,00

serate musicali: sabato 11 Agosto “Simone Gamberi”; domenica 12 agosto “No Pop”; lunedì 13 agosto “Work in Progress”; martedì 14 agosto “Vincenzo Bencini”

Info: www.prolococivitellacesi.it

***

Farnese, IX festa del Cacciatore

venerdì 10, sabato 11, domenica 12 agosto 2018

Tiro alla sagoma cinghiale corrente, tiro al piattello fisso a palla, tiro alla sagoma con carabine Co2.

Serate musicali:

venerdì 10 agosto, ore 21,30 band “The Freaks”, ore 23 discoteca con il dj Simone Di Pietro;

sabato 11 agosto ore 22 cover band “Queenrocks”, ore 23 discoteca; domenica 12 ore 22 band spettacolo “Rock Circus”.

Info: www.festadelcacciatore.it; 3806584815

***

Gradoli, Alla mensa degli Incappucciati
Giardini del Priorato

venerdì 16, sabato 18, domenica 19 agosto 2018

Festeggiamenti di San Magno e a sagra del Fagiolo, a cura della Fratellanza del Purgatorio di Gradoli, in collaborazione con la Pro loco.

Stand gastronomico, musica ed esibizione scuole di ballo

dalle ore 19, apertura stand; dalle ore 21, spettacoli musicali

Menu:

antipasti: bruschette miste di tre tipi
primi piatti: zuppa di fagioli del Purgatorio; pappardelle al cinghiale; fagioli del Purgatorio all’olio
secondi: salsicce alla brace; agnello a scottadito; coregone arrosto
contorni: patate fritte e insalata
frutta: cocomero fresco
da bere: Aleatico Doc e vini locali
novità: lumache in umido

Info: 340.8936678

***

Graffignano, XXIII sagra della lumaca

da venerdì 10 a mercoledì 15 agosto 20128

La degustazione di gustosissime lumache cucinate secondo le più antiche ricette tipiche dell’Alta Tuscia, sarà accompagnata da ottimi vini della zona e non. Inoltre il ricchissimo menù prevede carni alla brace, lombrichelli all’aglione, dolci e tanto altro.

Le serate saranno accompagnate da musica, balli e non solo.

Apertura stand gastronomico ore 19,30

Ecco la lista degli eventi:

venerdì 10 agosto: spettacolo di cabaret “Village People cabaret”

sabato 11 e domenica12 agosto: “Lume di Lumaca”

lunedì 13, martedì 14, mercoledì 15 agosto: “Lumaca Rock”

mercoledì 15 agosto: “3^ corsa delle Lumache”

Oggi Graffignano è “Città della Lumaca” in Italia, riconoscimento ottenuto a Cherasco (CN) durante il 37° Convegno internazionale di Elicicoltura

Per info: 388/9363235

***

Tuscania, XI edizione della Sagra del Baccalà
viale Volontari del sangue

da martedì 7 a domenica 12 agosto 2018

giovedì 9 agosto, ore 23,30: spettacolo pirotecnico; menù per bambini e gonfiabili

Info: 349.5301600 – 328.1943843

***

 

Valentano, XXXVI sagra dell’Agnello a bujone

venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 agosto 2018
apertura stand dalle ore 19,30

E’ nella tradizione della Pro Loco di Valentano puntare sulla qualità dei prodotti, come l’agnello a bujone, i ceci del solco dritto e il tortello di ricotta, prelibatezze tipiche del paese. Non mancano, poi, salumi e bruschette con olio extravergine locale, bichi (o biche) al tonno, salsicce e patatine fritte per i più piccoli.

L’agnello è il prodotto maggiormente ricercato, fiore all’occhiello della sagra, con le sue antiche origini maremmane: tipico piatto pasquale di un’epoca in cui la carne si mangiava una volta a settimana e si poteva far festa anche con poco. Il “guazzetto”, che caratterizza questo piatto, è l’elemento più prezioso della ricetta, poiché consentiva, in epoche di carenza alimentare, attraverso un abbondante consumo di pane a “scarpetta”, di riempire bene la pancia. Il Buglione è un sugo molto forte e tirato a base di concentrato di pomodoro, tipico della Maremma.

info: www.prolocovalentano.it

***

Vejano… la pizza a fiamma
Piazza XX Settembre

venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 agosto 2018

Stand gastronomico; vini; birra alla spina

Il prodotto della tradizione Vejanese sarà presente nello stand gastronomico in piazza XX Settembre e sarà possibile assistere a tutte le fasi della lavorazione fino alla cottura finale in tre forni a legna su ruote appositamente creati. La pizza viene riempita con: cicoria, mortadella, prosciutto, formaggio, ricotta e crema di nocciole.

La Pizza a fiamma si faceva già nell’ottocento. Infatti come recita un vecchio adagio “Nun s’é fatta `na cotta de pane, se prima nun c’è stata `na pizza a fiamma”. Dalle testimonianze di alcune signore anziane si è scoperta sia la ricetta che la modalità di cottura. L’ingrediente più importante della pizza a fiamma era il lievito madre, un prodotto che non era semplice reperire in commercio e pertanto era tramandato di madre in figlia. Per queste ragioni era custodito gelosamente: nel diciannovesimo secolo un/a fornaio/a ha pensato di cuocere una pizza vicino alla fiamma e si è accorto che l’impasto aumentava di volume, assumeva un colore biondo per poi presentarsi soffice e vuota al suo interno priva di mollica e dall’ottimo sapore. Secondo la tradizione su ogni pizza veniva anche fatto il segno della croce e veniva pronunciata la frase “S. Martino a cresce”, in segno di augurio per la buona riuscita della cottura.

La tradizione impone che la pizza si presenti nella tradizionale forma ovale e con spessore della crosta di almeno 1 mm. La mollica è praticamente inesistente e comunque non superiore a 3mm. L’umidità della Pizza a Fiamma non supera il 33% .

La “pizza a fiamma” è stata riconosciuto “prodotto tipico della Regione Lazio”

Info: vejano.it

****

 

Villa San Giovanni in Tuscia, Sagra della Pezzata

venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 agosto 2018

Un’occasione per assaggiare questo piatto tipico della tradizione contadina a base di carne di pecora.

La “pezzata”, che veniva cucinata dal “carosino”- un giovane pastore – durante il periodo della tosatura delle pecore, è un piatto a base di carne di pecora, servito su un letto di pane “bruscato” e cosparso di formaggio pecorino.

Intrattenimenti musicali:

venerdì 17 agosto, ore 21.00 Orchestra “San Donà” e ore 22.00 Vincenzo Bencini in Via XXIV Maggio

Sabato 18 agosto, dalle ore 16.00 alle ore 20.00 giochi sui prati ore 21.30 Orchestra “Lavori in corso”, ore 22.00 “Serena MaTù” Via XXIV Maggio

domenica 19, agosto ore 21.30 Orchestra “Ivan Pagani” ore 21.30 “Trio d’Autore” Via XXIV Maggio, ore 23.00 Tombola di euro 1.500 e alle ore 24.00 spettacolo pirotecnico

Info: https://www.facebook.com/prolocoVillaSanGiovannInTuscia/

***

 

Vitorchiano, sabato 11 agosto 2018, dalle ore 19.30

Centro storico, piazza Roma

“Cena in piazza con i gnocchi” a cura del Comitato festeggiamenti San Michele Arcangelo e la collaborazione della Pro loco e del Comune di Vitorchiano.

Info facebook: Comitato Festeggiamenti San Michele Arcangelo. Vitorchiano

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Share.