| 4, 16 e 17 NOVEMBRE 2018 | TUSCIA – Tre appuntamenti per non dimenticare i fatti del 1943…

0

Tre appuntamenti per commemorare il 75° anniversario degli eccidi di Capranica e Sutri e di Blera. Una manifestazione promossa dal Centro Ricerche e Studi di Capranica, con il sostegno del Comune di Blera, della Provincia di Viterbo, del Comune di Capranica, del Comune di Bassano Romano. 

Blera, 29 Ottobre 1943

Vittime: Pietro Della Malva (1915), carabiniere ausiliario, 6 civili

“Verso le ore 10,30 del 29 ottobre 1943 in località Piano Gagliardo del comune di Bieda venne ucciso il carabiniere ausiliario Della Malva Pietro ed altri sei civili ivi rifugiatisi per sfuggire alla cattura da parte di soldati tedeschi che il giorno precedente ed in quello stesso avevano rastrellato Bieda e le sue campagne. I medesimi furono uccisi a colpi di pistola a mitraglia e bombe a mano.”

Capranica, 17 Novembre 1943

20 persone uccise. Le vittime: Salvatore Alessi (anno di nascita 1922), Antemio Baldi (1921), Virgilio Andreotti (1922), Gavino Pilu, Nino Me, Giovanni Mesitieri, Salvatore Corriga, Giovanni Mulas, Pietro Contini, Piero Barcellona, Pasqualino Mereu, Efisio Piras, Mario Meloni, Giuseppe Deroma, Sebastiano Pinna, Giuseppe Canu, Salvatore Meloni, Salvatore Manca, Giuseppe Riu, Francesco Manca. Dei giovani sardi non si conosce l’anno di nascita.

“Il 14 novembre 1943 un maresciallo tedesco delle S.S. giunto a Capranica condusse a Bracciano Alessi Salvatore, Baldi Antemio e Andreotti Virgilio, ritenuti responsabili di possedere delle armi. Nelle prime ore del 17 novembre successivo giunsero a Capranica il maresciallo che aveva preso i suddetti tre giovani, in unione all’Alessi con altri militari delle S.S. ed un interprete nativo della Toscana di cui non è stato possibile conoscere il nome, i quali rastrellarono dei giovani sardi, sbandati a Capranica, riuscendo a catturarne 18. nel pomeriggio dello stesso giorno i predetti giovani, l’Alessi compreso, con un autocarro furono condotti verso Roma.

Giunti al bivio di Bassano di Sutri, fatto scendere dall’automezzo, furono uccisi con due raffiche di mitragliatrice ed abbandonati sul posto. Uno di essi e precisamente lo Zuddas (Fernando ndr) ultimo elemento, rimase ferito ad una gamba e ad un braccio e trasportato a Sutri prima e ad un ospedale a Ronciglione poi ove riuscì a guarirsi. Il 21 successivo in territorio di Bracciano furono fucilati il Baldi e l’Andreotti. Si sconoscono i motivi di tale barbarie.”

Programma degli incontri:

Blera, Domenica 4 Novembre 2018

Ore 11.00: Sala San Nicola, Blera
Conferenza tenuta dal prof. Massimo Bracciani

Ore 12.00: Via Roma, Blera
Deposizione di una corona d’alloro e breve discorso del sindaco Elena Tolomelli.

Bassano Romano, Venerdì 16 Novembre 2018

Ore 21.00 – Chiesa S. Vincenzo Martire, Bassano Romano
Concerto del Coro Polifonico “Tullio Cima e Domenico Massenzio” di Ronciglione, diretto da maestro Gianmarco Casani.

Capranica e Sutri, Sabato 17 Novembre 2018

Ore 10.00 – Piazzale di Capranica, presso la piscina comunale, Monumento ai Caduti Sardi.
Cerimonia di commemorazione dell’eccidio di Capranica e Sutri alla presenza del sindaco, dott. Pietro Nocchi.

Ore 11.30 – Cimitero di Sutri, Monumento ai Caduti Sardi.
Cerimonia di commemorazione dell’eccidio di Capranica e Sutri alla presenza del sindaco, prof. on. Vittorio Sgarbi.

Ore 17.00 – Sutri, Sala Conferenze di Palazzo Doebbing
Conferenza del dott. Fabio Cecchini sull’eccidio di Capranica e Sutri del 1943 ad opera delle truppe naziste.

Ore 21.00 – Capranica, Chiesa romanica di S. Francesco
Concerto del Coro degli Alpini “Marco Bigi” di Ronciglione, diretto dal maestro Giuliano Bisceglia.

| 4, 16 e 17 NOVEMBRE 2018 | TUSCIA - Tre appuntamenti per non dimenticare i fatti del 1943...

La locandina riporta ancora la data del 28 Ottobre, data fissata inizialmente, ma in seguito alle condizioni meteorologiche sfavorevoli l’evento è stato posticipato al 4 Novembre 2018.

Cit. Legione Territoriale dei Carabinieri Reali del Lazio-Compagnia di Viterbo “Breve riassunto delle violenze commesse dai tedeschi e fascisti contro le popolazioni in territorio di questa Compagnia”

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Share.