EnglishFrenchGermanItalianSpanish

| 31 GENNAIO 2021 | ROMA – Passeggiata naturalistica al Parco del Pigneto

0

Nonostante si tratti di un percorso in un parco cittadino, quest’uscita puo’ essere considerata come una vera e propria escursione. Infatti, alcuni tratti percorrono sentierini su scoscese salite o discese scavate dall’acqua, si immergono piacevolmente in boschi di bellissime sugherete. E’ un anello, ed inizia dalla fermata Valle Aurelia (Metro A o treno Rm-Vt) dove si cammina prendendo la via omonima, oltrepassato il piazzale di capolinea Atac. Presto il tracciato si fa solitario, fino ad arrivare al caratteristico borghetto dei fornaciari, fatto di case basse ed antiche fornaci, usate dalla fabbrica di S. Pietro.

Si prosegue dritti e si sottopassa la ferrovia in un breve tunnel in compagnia dell’acqua limpida che proviene da una sorgente e che finisce in un piccolo pantano, superabile con delle passerelle.. Ora inizia il tratto piu’ selvaggio, fatto di sterrate e salitine con solchi di argilla (materiale prevalente del terreno del Parco) scavati dall’acqua, per poi giungere presso delle caratteristiche concrezioni e canyon da oltrepassare salendoci sopra. Oltre, inizia uno splendido bosco di sugherete, con sentierini che si aprono un po’ ovunque. Dopo un lungo tratto a saliscendi, si passa accanto il Forte Braschi, per poi iniziare a scendere in maniera decisa verso un fossetto, che si oltrepassa su pietre.

Poco oltre si sale su un albero caduto tramite una passerella di tronchi e si esce, presso la Casa del Parco, alla vera e propria pineta, che costeggia Via della Pineta Sacchetti. La si percorre e ci si dirige verso NE (vista di S. Pietro) per affrontare un lungo anello percorrendo la parte di collina sopra Valle Aurelia. Con una ripida discesina, tramite un sentiero si ritorna al tunnel e, per la Via di Valle Aurelia, si ritrova la stazione, ovvero si risale l’altro lato per arrivare a Appiano, alla Balduina, a vedere la palazzina del film “il Sorpasso” e, percorrendo la pista ciclabile si arriva a MONTE CIOCCI, tornando al punto di partenza scendendo dalla scalinata che ci ricorda il film “Sporchi, brutti e cattivi”

CARATTERISTICHE ESCURSIONE
Difficoltà: E
Dislivello: circa 200 m
Lunghezza: 11 km circa
Durata: 5 ore circa

ACCOMPAGNA
AEV Francesco Franchini 338 573 1180
AEV Massimo di Menna

PER PRENOTARE
La guida si riserva il diritto di annullare o modificare l’itinerario proposto a sua discrezione, per garantire la sicurezza o in base alle condizioni del meteo del sentiero e dei partecipanti.
Con messaggio whatsapp indicare nome, cognome, n° tessera Federtrek dei partecipanti. al numero 3283712494
Chi non possiede la tessera (che si potrà fare il giorno stesso dell’escursione) dovrà indicare anche luogo e data di nascita.

COSA PORTARE E ABBIGLIAMENTO
Obbligatorio l’utilizzo di scarpe da trekking, preferibilmente medi o alti;
zaino adatto al trasporto del necessario per la giornata;
abbigliamento adatto ad una escursione e alla permanenza in montagna o in natura e di tutto quanto il partecipante ritenga di aver bisogno. Necessario un capo impermeabile da indossare all’occorrenza come strato più esterno protettivo.
Pranzo al sacco. Consigliati litro d’acqua e bastoncini telescopici.

ORA E LUOGO DELL’APPUNTAMENTO
ore 09.45– Fermata Metro A Valle Aurelia

QUOTE DI PARTECIPAZIONE
Contributo associativo di partecipazione all’escursione 10 €

Evento riservato ai soci in regola con il tesseramento
(tessera Federtrek 15 € ove non presente, durata 365 gg dalla sottoscrizione).

SCARICA IL MODULO TESSERA QUI’
https://www.noitrek.it/…/modulo-tessera-federtrek

DISPOSIZIONI ANTI COVID-19
Per favore leggi con attenzione le raccomandazioni di FederTrek per partecipare all’escursione in tutta sicurezza: http://www.federtrek.org/?p=3836#3n09i7t2r5e2k

Share.

Comments are closed.