EnglishFrenchGermanItalianSpanish

| 23 GIUGNO 2019 | ROMA – Con Antico Presente un trekking urbano alla scoperta delle ville della Nomentana

0

La  Nomentana era un’importante via consolare romana che collegava Roma a Nomentum (l’attuale Mentana) per poi ricongiungersi con la Salaria che conduceva all’agro reatino. Sulla via sorgevano numerosi sepolcri distrutti a cavallo tra l’Ottocento ed il Novecento per costruire prima sulla destra le ville e poi a sinistra i grandi palazzi che oggi vediamo. Ma fino al 1920 la via Nomentana correva in piena campagna, tra ville suburbane più o meno importanti.

Durante il nostro trekking urbano scopriremo quello che è rimasto delle antiche ville. Iniziamo da Villa Blanc, oggi sede della LUISS  Business School, che visiteremo con un’apertura straordinaria riservata solo ad Antico Presente. L’edificio è stato realizzato in stile eclettico negli ultimi anni del 1800 come residenza del barone Alberto Blanc, il quale morirà alcuni anni dopo il completamento dell’opera. Il complesso è costituito da vari edifici e da un parco di 4 ettari. La Villa fu progettata dall’architetto Giacomo Boni che sperimentò tecniche nuove di lavorazione dei materiali tradizionali quali il ferro, la ghisa, il legno, la ceramica, il marmo ed il granito, il cuoio.

Percorrendo strade laterali ricche di fascino passiamo a Villa Ricotti che faceva parte di Villa Massimo. Ristrutturato negli anni ’30 del secolo scorso  dall’architetto Michele Busiri Vici per adattarla alle esigenze cittadine, nel 1914, su impulso dell’attrice Eleonora Duse la palazzina fu adibita come  casa della cultura per aiutare le giovani artiste esordienti.

Arriviamo poi a Villa Torlonia. La tenuta agricola fu comprata nel 1797 da Giovanni Torlonia per rivaleggiare con le altre ville suburbane della nobiltà romana, in particolare con Villa Borghese e con la scomparsa Villa Ludovisi-Boncompagni. Agli inizi del ‘800 l’architetto Valadier convertì l’edificio padronale in un elegante Palazzo, trasformò il piccolo casino Abbati in una palazzina assai più graziosa (l’attuale Casino dei Principi), edificò le Scuderie e un maestoso ingresso (demolito con l’ampliamento della Nomentana),  si occupò anche della sistemazione del parco realizzando viali simmetrici, tra loro perpendicolari alla cui intersezione, in posizione centrale era posto il palazzo, con il prospetto settentrionale in asse con uno degli ingressi della villa sulla Nomentana. Numerose opere di arte classica, in gran parte scultoree, vennero acquistate per arredare la Villa.

Dall’altra parte della via Nomentana, troviamo Villa Paganini dove vi era la settecentesca villa del cardinale Giulio Alberoni che confinando con via Nomentana occupava una vasta area definita nella successiva toponomastica da vicolo della Fontana, via delle Isole, via degli Appennini e via Capodistria. Nel 1890 il senatore Roberto Paganini, acquistava la villa mentre già era iniziata la lottizzazione del parco. Parte dell’area destinata a villini, veniva gestita dalla Cooperativa Case ed Alloggi per Impiegati, Società anonima a capitale illimitato, fondata nel settembre 1902 che xostruì anche ì villini nel “quartiere Caprera”.

Proseguiamo poi verso il quartiere Coppedè , dal nome dall’architetto che lo ha progettato, e composto da diciotto palazzi e ventisette tra palazzine ed edifici disposte intorno al nucleo centrale di piazza Mincio. E’ uno dei quartieri più caratteristici della città; un angolo di Roma dalle fattezze inaspettate e bizzarre, un fantastico miscuglio di arte Liberty, Art Decò, con infiltrazioni di arte greca, gotica, barocca e addirittura medievale.

Durata 4 ore. Percorso facile di 6 km. A cura di Antico Presente

La visita guidata sarà condotta da MGiulia Catemario, Guida Ambientale Escursionistica associata  AIGAE e da Sabrina Moscatelli Guida Turistica abilitata

Appuntamento
Domenica 23 giugno 2019 ore 15.30 in Via Nomentana 216  di fronte a Villa Blanc. Per il luogo preciso CLICCA QUI

Condizioni
Minimo 15 partecipanti. Prenotazione obbligatoria almeno 2 giorni prima
Abbigliamento sportivo, scarpe comode,  portare uno spuntino e dell’acqua.

Costi
Quota di partecipazione € 10.00 comprensiva di polizza professionale RC con massimale di Euro 5.000.000.

Informazioni e prenotazioni
MGiulia 3358034198 info@anticopresente.it www.anticopresente.it

Share.