| WEEKEND | TUSCIA – Un ricco fine settimana tra mostre, concerti e prelibatezze gastronomiche!

0

Alcuni eventi in svolgimento nei borghi della Tuscia nei giorni di giovedì 9, venerdì 10, sabato 11, domenica 12 novembre 2017.

***

Viterbo, Il tesoro di Santa Rosa

Mostra: “Il tesoro di santa Rosa. Un monastero di Arte, Fede e Luce” (si veda omonimo link nell’home page di questo stesso sito)

***

Rassegna “Immagini dal Sud dal Mondo”

La 23esima edizione della rassegna cinematografica si intitola “Transiti”, è organizzata dall’Associazione Universitaria per la Cooperazione e lo Sviluppo (Aucs), si ispira alla proclamazione del 2017 come anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo: “È per questo che ISM – spiega Aucs – affronterà il tema del viaggio”.

I prossimi appuntamenti:

Viterbo, giovedì 9 novembre 2017. ore 21
Circolo Arci Il Cosmonauta (via dei Giardini 11, Viterbo)

“Ma Revolution”, di Ramzi Ben Sliman, 80’, Fra-Tun, 2016

***

Viterbo, “I Bemolli sono blu”
Sala Alessandro IV del Palazzo dei Papi

L’iniziativa è promossa dall’associazione romana “Muzio Clementi”, dedicata alla memoria di Francesco Mencaroni, un grande artista viterbese, amante della musica, dell’arte mimica e regista teatrale che si è sempre contraddistinto per professionalità e originalità.

venerdì 10 novembre 2017, ore 18,00: Maurizio Paciariello, pianista

***

Viterbo, La stagione concertistica dell’Università degli studi della Tuscia
Direttore artistico Franco Carlo Ricci. Gli spettacoli si tengono nell’auditorium di Santa Maria in Gradi, con ingresso in via Sabotino dove è disponibile un ampio parcheggio.

Sabato 11 novembre 2017, ore 18

Pianista Martha Noguera (concerto alla memoria di Lya De Barberiis)

Franz Joseph Haydn (Rohrau, 1732-Vienna, 1809): Sonata n. 59 in Mi bemolle, Hob. XVI:49 (Allegro; Adagio e cantabile; Tempo di minuetto)
Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770-Vienna, 1827): Sonata “Waldstein” n. 21, Op. 53 in Do maggiore (Allegro con brio; Introduzione: Adagio molto (in Fa maggiore); Rondò: Allegretto grazioso)
Alberto Evaristo Ginastera (Buenos Aires, 1916-Ginevra, 1983): Sonata per pianoforte n. 2 op. 53 (Adagio sereno; Scorrevole; Ripresa dell’Adagio)
Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770-Vienna, 1827): Sonata per pianoforte n. 23 in Fa minore, Op. 57 “Appassionata” (Allegro assai; Andante con moto (in Re bemolle maggiore); Allegro, ma non troppo – Presto)

La celebre pianista argentina Martha Noguera – spiega Franco Carlo Ricci – è in tournée in Europa e proporrà a Gradi un programma che prevede composizioni di grandi Classici (Haydn e Beethoven), di sommi esponenti del Romanticismo (Schubert e Chopin), e di Alberto Evaristo Ginastera, importante didatta e compositore argentino tra i più significativi del secolo scorso. Il concerto è alla Memoria della straordinaria pianista Lya de Barberiis (più volte ospite della Stagione concertistica dell’Università della Tuscia) alla quale Martha Noguera era legata da profonda amicizia“.

***

Acquapendente, La stagione 2017/2018 del Teatro Boni
Piazza della Costituente

domenica 12 novembre 2017, ore 17,30

Simone Cristicchi in “Li Romani in Russia. Racconto di una Guerra a Millanta mila Miglia”, tratto dal poema in ottave romanesche di Elia Marcelli
Regia di Alessandro Benvenuti; adattamento teatrale: Marcello Teodonio

“Li Romani in Russia” è stato il primo monologo teatrale di Simone Cristicchi, per la regia di Alessandro Benvenuti.
Lo spettacolo, che ha superato le 250 repliche, debuttò con grande successo a Mosca il 31 ottobre 2010, nell’ambito di “Solo”, la rassegna internazionale del monologo che si tiene ogni anno al Teatro “Na Strastnom”. Tratto dall’omonimo poema in versi di Elia Marcelli, il monologo “Li Romani in Russia” racconta l’orrore della guerra attraverso la voce di chi l’ha vissuta in prima persona, come in un ideale incontro tra il mondo delle borgate di Pier Paolo Pasolini e le opere di Mario Rigoni Stern e Giulio Bedeschi.

Un teatro civile che si presenta nuovo soprattutto per la forma del testo, mediante l’utilizzo di due elementi: la metrica dell’ottava classica, quella dei grandi poemi epici, e il dialetto romanesco, la lingua del Belli che rende la narrazione ancora più schietta e veritiera. Il risultato è un affresco epico che non omette particolari crudi e rimossi dalla storia ufficiale (il luogo comune degli “italiani brava gente”), e che diviene quanto mai attuale in un’ epoca di “bombe intelligenti” e “guerre umanitarie”.

Simone Cristicchi interpreta una nutrita galleria di grotteschi personaggi, raccontando con passione e coinvolgimento questa tragica epopea, in un monologo “corale” in cui trovano spazio anche momenti ironici e divertenti.

Info: www.teatroboni.it

***

Blera, Per San Martino ogni mosto diventa vino

venerdì 10, sabato 11, domenica 12 novembre 2017, dalle ore 18

Torna la feste delle cantine dove è possibile degustare piatti della tradizione; nelle vicoli e nelle piazze del centro storico musica live, spettacoli, artisti di strada

Info: www.prolocodiblera.it

***

Carbognano, La stagione 2017-2018 del Teatro Bianconi

domenica 12 novembre 2017, 17,30

“Lettere di oppio” di Antonio Pisu,. con Tiziana Foschi e Antonio Pisu, regia di Federico Tolardo

1860: il Regno Unito, a causa delle dispute commerciali per l’oppio, è in guerra con la Cina da diciotto anni. A Londra, la nobildonna Dorothy Wellington attende con ansia il ritorno dal fronte del marito George. A farle compagnia c’è Thomas, un giovane, cinico ma fidato maggiordomo, il cui compito è quello di rassicurare la donna, leggendo e interpretando, in maniera piuttosto eccentrica, la corrispondenza del marito in guerra. Quello che la signora ignora è che il marito è deceduto, ma Thomas, per paura di perdere il lavoro, le legge delle finte lettere scritte da lui stesso. Il giovane però, sentendo il peso della menzogna, non sa come rivelare la verità alla donna di cui si è intanto innamorato. Dorothy, dal canto suo, non è così candida e ingenua come sembra e a questo punto i ruoli s’invertono e….

“Lettere di Oppio” ci accompagna in un’epoca affascinante del passato, parlandoci di una storia sempre attuale, narrata con taglio moderno, che fa divertire, riflettere e appassionare.

Teatro Bianconi
Direttore Artistico: Giuseppe Magagnini
Via Fontanavecchia, 12; 01030 CARBOGNANO (VT); Mob. 340 1045098 (24h); www.teatrobianconi.it

***

Castiglione in Teverina, A San Martino olio funghi e vino

venerdì 10, sabato 11, domenica 12 novembre 2017

Degustazioni di piatti tipici, musica, folklore, mostre e visite guidate al Muvis (museo del vino)

***

Canino, La Sfinge e altre creature fantastiche
Museo della ricerca archeologica di Vulci, ex convento di S.Francesco, via Garibaldi

Fino al 31 dicembre 2017

La mostra “La Sfinge e altre creature fantastiche”, realizzata dalla Soprintendenza archeologica e Belle arti in collaborazione con il Comune di Canino, è un viaggio nell’immaginario antico, in un mondo in cui figure eroiche e racconti avventurosi sono l’espressione simbolica dei problemi esistenziali che investivano, allora come oggi, i singoli individui e le comunità.

L’esposizione, partendo dalla voce degli autori antichi cerca di trovare sotto le narrazioni il senso dell’esperienza umana raccontata dal mito. A questa traccia sono affiancati i materiali archeologici, tutti provenienti da Vulci e dal suo comprensorio, una scelta giustificata dalla ampia circolazione di beni e di idee dei primi secoli del primo millennio, che porta in Etruria prodotti e ideologie dall’Egeo e dall’Oriente e accende la vera e propria passione dell’aristocrazia etrusca per i racconti del mito greco. Con il tempo il mito perde la sua forza di verità esistenziale e decade in elemento di pura decorazione: in questo senso l’evoluzione della figura della Sfinge è particolarmente significativa.

Info: venerdì ore 15-17; sabato e domenica ore 10-12.30, 15-17.30; Tel: 391/4817164 (Barbari Sarti)

***

Capranica, Rassegna “Un caffè con la storia”,

L’associazione culturale Kimairah, il Centro Ricerche e Studi di Capranica e il Comune di Capranica hanno dato il alla nuova stagione di conferenze “Un caffè con la storia”, divagazioni storiche a cadenza mensile su Capranica e dintorni davanti a un buon caffè.

Il prossimo appuntamento:

Mercoledì 11 novembre 2017, ore 17,00
Fabio Carboni terrà una conferenza sul tema “Pancrazio di Domenico: poeta e notaio capranichese del XIV secolo”.

***

Fabrica di Roma, Fabrica Festival 2017-2018
PalArte, via XXV Aprile

domenica 12 novembre 2017, ore 17,30

“Chicchignola” di Ettore Petrolini, a cura della compagnia “I servitori del’arte di Ladispoli”

Chicchignola è considerata la più bella commedia di Ettore Petrolini. E’ la storia di un pover’uomo onesto ed intelligente che tira avanti la vita costruendo e vendendo giocattoli su un carrettino per le strade di Roma. Soltanto perché è un galantuomo, i furbi, gli egoisti, i mascalzoni, lo reputano un cretino capace di subire ogni torto, ogni affronto, ogni ingiuria e ogni inganno; non escluso quello di essere fatto cornuto dalla propria amante, Eugenia, col suo migliore amico, Egisto, un norcino furbo, pieno di soldi “sporchi di salumi”

Info e prenotazioni: 0761.569001; cultura@comune.fabricadiroma.vt.it

***

Gallese, Il suono dei giorni
Museo e Centro culturale “Marco Scacchi” (via Filippini

Rassegna di Musica Popolare e della Tradizione Contadina, divenuta ormai un appuntamento di rilievo ed imperdibile per tutti gli appassionati nel settore. Dalla sua istituzione, ha visto la partecipazione di numerosi artisti del panorama musicale internazionale che hanno riscosso sempre un ottimo successo di critica e pubblico.

Gli appuntamenti:

sabato 11 novembre 2017, ore 17,30: concerto di musiche tradizionali popolari eseguite da “I ritmi briganti”

domenica 12 novembre 2017, ore 17,30: Concerto del trio Ambrogio Sparagna dal titolo “Il viaggio di Giuseppantonio”

Info: www.comune.gallese.it

***

Gradoli, La stagione del Teatro “Alessandro Farnese”
Palazzo Farnese, piazza Luigi Palombini

sabato 11 novembre 2017, ore 21,00: “Dietro la quinta dell’universo”,

***

Montalto di Castro, La stagione 2017/2018 del teatro “Lea Padovani”

domenica 12 novembre 2017, ore 18,00

Michela Andreozzi in “A letto dopo Carosello”, di Paola Tiziana Cruciani

Un meraviglioso viaggio negli anni ’70, quando la Carrà duellava con Topo Gigio, quando c’era Don Lurio, Sandra e Raimondo, Sandokan e Furia cavallo del west.

Michela Andreozzi ripercorre la sua infanzia e il suo sogno di far parte del mondo dello spettacolo, raccontandoci i suoi esilaranti ricordi di bambina. Sesto anno di repliche.

Testi: Michela Andreozzi, Giorgio Scarselli, Max Viola; elementi di scena: Davide Dormino; musiche dal vivo: Alessandro Greggia; coreografie: Valeria Andreozzi; regia: Paola Tiziana Cruciani; aiuto regia: Manuela Bisanti

I

nfo: www.teatroleapadovani.it/

***

Tuscania Danza 2017
Supercinema, via Garibaldi 1

Al termine della residenza coreografica, svoltasi in parte presso l’ex Tempio si Santa Croce e in parte presso il Supercinema, giovedì 9 novembre 2017 alle ore 21.00, la Cie Twain presenta a Tuscania l’anteprima del lavoro che sabato 11 debutterà a Torino nel programma delle Officine Caos.

“Lei e Tancredi: denunce di corpi parlanti”; coreografia e regia Loredana Parrella;
disegno luci Lavezzoli/Cappelletti; consulenza drammaturgica Roberta Nicolai; costumi Loredana Parrella; musica rielaborata Alessandro D’Alessio

Progetto per otto interpreti: Yoris Petrillo, Elisa Teodori, Elisa Melis, Fernando Pasquini, Giuseppe Claudio Insalaco, Luca Zanni, Maeva Curco Llovera, Giulia Cenni.

La solitudine dell’eroe. L’amore impossibile. Gli amanti separati dalla cultura e dalla religione. Tancredi e Clorinda, “due creature singolari, più forti di se stesse, sì, capaci l’una e l’altra di andare, a costo della vita, per amore della verità, al di là delle proprie forze, fino all’altro, il più lontano, il più vicino” (Hélène Cixous), diventano, in questo spettacolo, “corpi parlanti”: di fronte alla stanchezza e alla rinuncia, devastanti caratteristiche del nostro tempo, rappresentano un’altra possibilità, diventando così strumento privilegiato per analizzare la disumanizzazione del mondo contemporaneo, mettendo in atto (in danza) una personale esplorazione del Mondo, segnato da conflitti tra popoli e da conflitti interiori.

La coreografia vede in scena otto corpi danzanti che incarnano allo stesso tempo gli eroi delle crociate medievali, i giovani dell’intifada israelo-palestinese, gli studenti e i poliziotti delle rivolte degli anni di piombo. I personaggi di Tasso diventano così viatico per indagare su alcuni degli avvenimenti della nostra storia recente, arrivando a leggerne gli effetti sulla quotidianità.

Info e prenotazioni: Silvana Barbarini – cell 348 4798951 – e-mail: barbarini.verastasi@gmail.com

***

Valentano,Teatro Il Mascherone
Piazza della Vittoria

domenica 12 novembre 2017, ore 17,30

La compagnia “Teatro delle nebbia” di Casale Monferrato (Al) presenta:

“Gente di facili costumi” di Nono Marino, con Fabio Fazi e Laura Miceli

Info: 335.7518.414

***

Vignanello, XVIII edizione della festa dell’olio e del vino novello

venerdì 10, sabato 11, domenica 12 novembre

Cene in taverna; rievocazioni storiche; antichi mestieri; giocoleria; Vignanello sotterannea; visite al castello Ruspoli; esibizione e torneo di musici; degustazioni; mercatino dell’artigianato

Info: www.prolocoviganello.org

***

Le iniziative del Parco naturale della Valle del Treja

Domenica 12 novembre 2017

Secondo appuntamento con il riconoscimento di erbe spontanee nel Parco, insieme a Claudio Tescarollo, raccoglitore di erbe e ricercatore autodidatta,

La passeggiata della mattina si svolge su un sentiero del Parco, per riconoscere e raccogliere campioni di piante che saranno studiati in maniera approfondita in aula, nel Palazzo Baronale di Calcata, sede del Parco, nella seconda parte della giornata. Dopo una pausa pranzo libera, si prevede l’inizio dell’incontro pomeridiano alle ore 15. Lo studio delle specie raccolte prevede una ricerca, partecipata con l’insegnante, attraverso l’uso di immagini e informazioni presenti su web e su testi di erboristeria.

Info e prenotazioni Claudio Tescarollo Telefono 328 1876013 email claudiotefree@libero.it

Appuntamento ore 9, in piazza Roma a Calcata Vecchia, di fronte al “Bar di Giusy”

***

Le iniziative del Parco regionale della Valle del Treja (2)

Domenica 12 novembre 2017, sulle tracce dei Falisci

Domenica 12 novembre trascorreremo una giornata immersi nella storia e nella natura, lungo l’antica via Amerina, strada di comunicazione costruita dai Romani, che collega una necropoli falisca preesistente a una città cinta da grandi mura di tufo, Falerii novi, centro falisco di grande importanza, abbandonato dopo la conquista romana e poi rifiorito in epoca medievale (Santa Maria di Falleri).

Appuntamento: Appuntamento alle ore 9,30 al parcheggio di Forte San Gallo (sulla via Nepesina), Civita Castellana (Vt), Cooperativa Soc. Lymph@, Flavia Marani, cell: 334 5987964

Si raccomanda di portare scarpe da trekking o con carrarmato, k-way, borraccia, abbigliamento comodo, cappello, pranzo al sacco. Si ricorda che la prenotazione è obbligatoria.

 

Condividi