EnglishFrenchGermanItalianSpanish

| 5 DICEMBRE 2020 | ROMA – Trekking urbano lungo le meraviglie dell’Appia Antica!

0

Un viaggio affascinante nel paesaggio dell’antica Roma: percorreremo un tratto della Via Appia Antica, la “Regina viarum”, la più nota delle strade consolari che uscivano da Roma. Costruita nel 312 a.C. dal censore Appio Claudio Cieco per unire la città a Capua, venne lastricata utilizzando basoli e nel 190 a.C. raggiunse Brindisi, attraversando Benevento e Venosa.

Poiché la legge vietava di seppellire i morti entro la cinta sacra del pomerio, nel corso dei secoli sorsero lungo le prime miglia della strada tombe di vario tipo: monumenti di illustri famiglie (come il Sepolcro degli Scipioni e il famoso Mausoleo di Cecilia Metella), colombari (come quello di Vigna Codini) e cimiteri sotterranei propri di particolari comunità etniche o religiose (catacombe cristiane, come quelle di S. Callisto, sorte verso la fine del II sec. d.C. da ipogei cristiani privati).

Ancora utilizzata nel Medioevo, l’Appia subì un progressivo abbandono, divenendo, come altri luoghi storici di Roma, una cava di materiali riutilizzabili o di pietre da calcara per farne calce. La sua riapertura risale a molti secoli (fine Settecento) in seguito alla volontà di Pio VI; successivamente Pio IX affidò un piano di recupero dell‘Appia Antica a Luigi Canina, architetto e archeologo piemontese.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale il pericolo che la strada fosse sommersa dal cemento, a causa della costruzione di complessi abitativi o interi quartieri a pochi metri dai monumenti, provocò l’opposizione di un gruppo di architetti, urbanisti, giornalisti ed intellettuali guidati da Antonio Cederna e dall’associazione Italia Nostra. Tale battaglia per la salvaguardia e la tutela dell’Appia Antica, durò decenni; nel 1988, dopo aspre lotte, la Regione Lazio approvò la legge che istituì il Parco Regionale dell’Appia Antica.

Nel nostro trekking urbano partiremo dal borgo di Santa Maria delle Mole, raggiungibile attraverso la rete ferroviaria Roma Termini – Velletri: camminando lungo la Via Appia Antica, immersi nell’autentica atmosfera della Campagna Romana, parleremo delle sue origini e della sua storia, incontrando, lungo il percorso, importanti monumenti testimoni della grandezza della Regina Viarum.

In una cornice costituita da pini e cipressi, ammireremo resti archeologici che per secoli hanno affascinato scrittori ed artisti provenienti da tutta Europa: dal Circo e il Mausoleo della Villa di Massenzio al Mausoleo di Cecilia Metella e il Castrum Caetani; dall’area archeologica di Capo di Bove al cd. Mausoleo di Seneca, preceduto da una facciata in laterizio fatta costruire dal Canova; dal Casal Rotondo, un mausoleo cilindrico più grande di quello di Cecilia Metella ed altri affascinanti monumenti che ci accompagneranno in questo viaggio incredibile indietro nel tempo. L’arrivo è previsto presso la Basilica di San Sebastiano fuori le Mura,

GUIDA: Valentina Treviso, Archeologa, Guida turistica abilitata e Guida Ambientale Escursionistica A.I.G.A.E.

COSTO: 15€ (pranzo al sacco escluso)

DATI TECNICI: il percorso ha una lunghezza di 15 km e un dislivello di 150 mt. Durata 7 ore compreso il pranzo (al sacco). La fine dell’escursione è prevista per le ore 16.00 circa presso la Basilica di San Sebastiano Fuori le Mura (Via Appia Antica, 136): per il rientro verso i luoghi di destinazione si consigliano le linee bus 218, dalle Fosse Ardeatine, o 660, presso il Mausoleo di Cecilia Metella.

ABBIGLIAMENTO: scarponcini da trekking, abbigliamento adeguato alla stagione, giacca a vento impermeabile, zaino, acqua (almeno 1,5 lt), pranzo al sacco.

APPUNTAMENTO: l’appuntamento è fissato presso la Stazione ferroviaria Roma Termini, binario della rete ferroviaria Roma Termini – Velletri (da verificare sul luogo) alle ore 8.15 (partenza del treno da Roma Termini ore 8.28, arrivo a Santa Maria delle Mole ore 8.51). Per chi volesse è possibile raggiungere il gruppo direttamente alla stazione ferroviaria di Santa Maria delle Mole (Marino, Rm) alle ore 9.00.

INFO E PRENOTAZIONI: entro le 16.00 di venerdì presso gli uffici di FOUR SEASONS, NATURA E CULTURA (http://www.viagginaturaecultura.it/index.php) allo 06 27800984. Dopo tale orario, ma comunque entro le 20:00 del giorno precedente l’attività, direttamente con la guida, Valentina Treviso, cell 3479404568.

NOTA COVID: ai sensi delle vigenti disposizioni per l’emergenza da COVID-19, per la partecipazione all’attività è OBBLIGATORIO che ciascun partecipante:

– sia dotato di propria mascherina di comunità, da indossarsi durante le pause o in caso di necessità

– sia dotato di proprio flaconcino di gel disinfettante a base alcolica

– mantenga rigorosamente la distanza interpersonale di 2 metri

La guida si riserva di non ammettere o di escludere dall’attività in qualunque momento il partecipante che non rispetti quanto sopra e/o le disposizioni vigenti.

NOTA PER IL PAGAMENTO:

in considerazione dell’attuale situazione sanitaria, e anche per evitare eccessivi passaggi di soldi, il pagamento delle escursioni avverrà consegnando alla guida una busta (se non avete una busta va bene un foglio di carta ripiegato) contenente la quota di partecipazione. Sulla busta andranno indicati nomi e cognomi dei partecipanti e la somma contenuta. Chiaramente, consigliamo di prepararla a casa, così evitiamo anche scambi di penne! Questa procedura, oltre a essere sicura e semplice, velocizza al massimo i tempi dei pagamenti, ed evita anche la ricerca dei resti, facilitando il lavoro della guida e soprattutto minimizzando le perdite di tempo per i pagamenti dei gruppi!

Share.

Comments are closed.